Un allestimento speciale di Fusina per Intertrade group e Unscent, dove fiori, colori e fragranze confondono i confini tra naturale e artificiale

serra esterno Fusina allestimento Unscent ph.Daniele Fragale

Cosa ci fa un’elegante e misteriosa serra piena di fiori in pieno centro a Milano? L’allestimento di Fusina per lo Urban scent garden, ideato da Intertrade group per l’evento Unscent, è uno di quei lavori dove l’attenzione al dettaglio è indispensabile per contribuire a creare un ambiente unico, dai molteplici significati.
La sesta edizione di Unscent, l’appuntamento fisso dedicato alla profumeria di ricerca di Intertrade group, quest’anno si è tenuto in un edificio nel centralissimo quartiere di Porta Nuova dal 31 marzo al 3 aprile scorsi.

Fusina allestimento Unscent serra ph.DanieleFragale

Al centro dell’allestimento realizzato da Fusina ci sono fioriture dai colori sgargianti, potenti, “innestate” in luoghi inconsueti, come quelle che escono dalle crepe su superfici che sembrano di cemento. Avvicinandosi e guardando attentamente, infatti, si scopre un raffinato gioco di contrasti tra naturale e artificiale, colori e materiali, dove l’unica cosa che non si confonde sono le fragranze.

Le preziose essenze, infatti, si sprigionano da piccole provette che escono, mescolate ai tulipani, dal ripiano di un lungo tavolo in legno ricoperto di pellicola specchio, posto al centro della serra: un allestimento che spinge a cercare continuamente l’invisibile (il profumo) tra il visibile (i fiori), e una struttura che, grazie allo specchio, contribuisce al gioco dei riflessi e degli equivoci.

Fusina allestimento Unscent fiori 838B3667_ph.DanieleFragale

La scenografia è completata dai vasi con dentro la terra e le piante e altre boccette di profumi, e dagli attrezzi da giardino che sembrano posati casualmente accanto alle pareti, come alla fine di una giornata di lavoro.

Fusina allestimento Unscent profumi ph.DanieleFragale

Fusina allestimento Unscent attrezzi ph.DanieleFragale

Fusina, per un evento speciale, ha dunque creato un allestimento che richiedeva uno spazio magico, sospeso, dove colori, forme, oggetti e materiali costruissero un’atmosfera di gioco e illusione.