Quando si parla di retail design per il settore della moda è importante che tutto, dalle strutture, agli arredi, ai materiali “rispecchi” (è il caso di dirlo) l’identità del brand. Non c’è infatti un concetto più appropriato per introdurre l’installazione fatto da Fusina in via Manin a Milano. Per Palm Angels, nuovo marchio di abbigliamento giovane ispirato allo stile degli skaters californiani, molto moderno e ricco di riferimenti streetwear, Fusina in collaborazione con April Milano, ha realizzato un lungo box in plexiglass specchio: uno store temporaneo che mette in contrasto l’architettura del palazzo seicentesco di via Manin che ospita la sede di Palm Angels con un progetto ipermoderno che utilizza materiali contemporanei e sfida, facendoli dialogare, due momenti distanti fra loro 400 anni.

Fusina Palm Angels esterno

Fusina Palm Angels colonne

La struttura esterna molto lineare dell’installazione “nasconde” la funzione del box e la superficie lucidissima rispecchia perfettamente tutti gli elementi circostanti, ricordando quella particolare luce dei tramonti dorati che in California accompagna le acrobazie degli skaters.

Fusina Palm Angles particolare

Le superfici lucide e dorate, infatti, si ritrovano anche all’interno del box, negli arredi e nei dettagli degli accessori Palm Angels.

Fusina Palm Angels interno

Un’altra installazione in plexiglass specchio dorato è stata realizzata da Fusina all’interno dello store Antonia, in via Cusani a Milano, che ha ospitato la collezione Palm Angels.

Fusina Antonia Milano

Un’installazione particolare, che mette in risalto quanto sia importante, nel retail design, saper utilizzare i materiali per renderli parte di una strategia di comunicazione visuale del brand ad alto impatto.