riciclo_fusina

Volevamo pubblicare un articolo sull’importanza del riciclo dei materiali per Fusina: l’abbiamo pensato.realizzato.buttato. Perché?
Perché per noi il riciclo non si esaurisce nella trasformazione dei rifiuti – avete presente le vernici stradali con cui realizzano le righe bianche sull’asfalto? Ebbene sì, i nostri scarti industriali vengono utilizzati proprio così – ma è molto di più.

Riciclo storico. Abbiamo dedicato al tema della memoria il progetto “Ad Memoriam” nel quale gli artisti hanno trasformato i loro ricordi in opere d’arte. Sculture nate da frammenti di vita che si scompongono e si ricompongono, senza sosta. Perché noi siamo storia.

Riciclo creativo. Il segreto risiede nel dare nuova vita agli oggetti, attraverso l’arte. Per questo abbiamo adottato l’installazione “Gathering Space” di Gareth Hoskins che, dopo la Biennale di Venezia del 2008, avrebbe dovuto essere distrutta.
Oggi siamo tutti testimoni di una vera e propria “esplosione” del riuso: dal vintage all’ eco-design il passato diventa trendy. Sognate di usare la vecchia 500 di vostro nonno o rimodernare il servizio di posate di vostra nonna? Ora potete farlo con stile!

Riciclo intellettuale. Esiste un nuovo modo di rapportarsi con il mondo: l’appropriazione. Le idee di pochi (leaders, brands, etc) si trasformano attraverso le idee di molti: le persone – armate di ironia – modificano loghi e pubblicità per esprimere il loro pensiero. Siamo giunti nell’era del Culture Jamming dove ogni individuo può reinterpretare la realtà attraverso allusioni e parodie che spiazzano e fanno riflettere l’osservatore.

 

E domani cosa ci aspetterà? Il riciclo emotivo?